Supernaturale 2012

07 : 10 : 12 | admin | rassegna stampa

” Ho cercato di fare un disco primitivo e sporco a patto che dentro ci fosse un po’ di grazia e molta naturalezza. Ho immaginato Modugno suonato da The Black Keys. Ho odiato la politica e anche l’Italia. Allora ho guardato la natura, le stagioni, ho cercato la bellezza, il senso di libertà, le note blu. Ho scritto tutto all’alba dentro casa. Poi in studio, con Paolo Iafelice, ho invitato un po’ di musicisti che mi piacciono a dire la loro. E’ venuto fuori SUPERNATURALE. ”

Presentato dal vivo c/o Rock’n'Roll, Fnac , Auditorium Radiopolare e Salumeria della Musica a Milano in trio elettrico, poi in versione acustica a Rockol.it, Raistereonotte, Rocksteria@unità.it e Radio Città Futura, Supernaturale è stato album della settimana su Il Venerdì di Repubblica (9 marzo), lisolachenoncera.it (21 febbraio ), Alias de Il manifesto (10 marzo), Euradionantes.eu (13 aprile ), nella playlist di Blowup di febbraio, in anteprima su XL, in homepage di Repubblica.it e Unita.it, a cui sono seguite ottime recensioni su Sette, XL, Buscadero, Jam, Rockerilla, Raro e diffusamente sul web. Il primo video estratto dal disco, Bye bye, un omaggio al cinema italiano, è stato in anteprima su comingsoon.it
Altre date live : Diavolo Rosso-Asti, Contestaccio-Roma, Circolo degli Artisti- Keeponfestival-Roma, Centro Sociale Depistaggio-Benevento, Disorder Fest-Eboli, Verucchio Festival (opening Paolo Nutini), Barabitt Festival-Milano (opening Donavon Frankenreiter)

“…..il rocker gentile, autore di pregio conto terzi, sostiene magnifiche tesi audaci….come se la fantasia, la naturalezza e l’eleganza con cui intreccia mondi così lontani, armonizzando nobile cantautorato nostrano e roots rock, fosse uno scherzo. E vola con i versi tra sentimenti opposti: la rabbia….il romanticismo…la fede nella musica (Blu elettrico, un capolavoro). Grazia e magia: è proprio un disco supernaturale.”
Flavio Brighenti, XL, marzo 2012

“…..finalmente il pop italiano è diventato “Supernaturale”…nel suo nuovo lavoro c’è tutta l’inquietudine di questi tempi….Luca col delicato orecchiabile vestito sonoro che  dà ai pensieri, avrebbe molto in più da cantare di questa Italia ancora sul baratro, dove la gente è incollata ai soliti volti sanremesi. Supernaturale ha però un altro lato, come sempre le opere di questo musicista, introspettivo e incantato…….”
Luca Valtorta, Venerdì di Repubblica, 9 marzo 2012 (disco della settimana)

“…..primitivo, sporco ma con un po’ di grazia, please. Sintesi perfetta dell’autore del suo nuovo album Supernaturale. Una sintesi che pecca di modestia perché l’ex Rosso Maltese estrae dal cilindro undici canzoni intelligenti e perfettamente eseguite, dimostrando che c’è ancora una strada percorribile verso il pop rock d’autore anche in Italia…..”
Stefano Crippa, Alias-Il Manifesto, 10 marzo 2012 (disco italiano della settimana)

“….Luca Gemma ha mantenuto negli anni una coerenza artistica e una vocazione fin troppo low-profile. Ma il suo stile-influenze tendenzialmente angloamericane, ma da nipotino di Modugno-e la sua voce meriterebbero una platea più ampia……Credo e Il cielo sopra di te le perle.”
Stefania Ulivi e Lorenzo Viganò, Sette-Corriere della Sera, 3 febbraio 2012

” …..Luca Gemma conosce molto bene il paese reale, quello in cui vive, suona e compone. Supernaturale…è un lavoro crudo e rock’n’roll…..”
Stefano Gilardino, XL, aprile 2012

“…..Luca con questo Supernaturale giunge al suo maturo e piacevole quarto disco, dispiegando tutte le sue notevoli qualità di cantante, musicista, compositore……ci troviamo di fronte ad un disco pop quasi perfetto per questi difficili anni italici…..Natura è una perfetta canzone vincitrice del disco per l’estate ideale.”
Andrea Trevaini, Buscadero, marzo 2012

” ….Luca Gemma, garanzia di un cantautorato di qualità elevata e di firma dallo stile riconoscibile….Supernaturale è piacevole, lieve, originale e colto….”
Elisa Orlandotti, Jam, aprile 2012

“…Luca Gemma suona come se gli Afterhours fossero un gruppo mainstream e non i capofila dell’indie italiano. Infatti anche se è ovvia nell’autore un’anima genuinamente rock, emerge anche una purezza melodica fuori dal comune: basti un singolo killer come Una mela rossa per convincere anche l’ascoltatore più scettico……..dove gira il mix di energia e orecchiabilità il risultato è notevole. ….Luca Gemma merita la visibilità che finora non ha avuto.”
Bizarre, Blowup, febbraio 2012

” …c’è un senso profondo dentro a Supernaturale……già dalle prime battute si capisce che è un disco speciale, autentico, diverso dai tanti in giro che odorano di preconfezionato. L’istinto di Gemma ha generato undici tracce di sè, una più bella dell’altra………”
Andrea Direnzo, Raro, marzo 2012

“………un album dal suono elettrico e vellutato, trascinato da singoli ad alto potenziale radiofonico come Bye Bye, Blu elettrico e Una mela rossa e scritto immaginando Modugno suonato dai The Black Keys”
Maurizio Maschio, Rockerilla, marzo 2012

“…le canzoni emanano molta spontaneità, un mood acustico, nell’ambito del quale si alternano ballate e tracce rock. Questo risultato non è solo frutto della scrittura intima del cantautore, ma anche di un ottimo gruppo di collaboratori uniti intorno al produttore Paolo Iafelice……Luca Gemma è al suo quarto album, è ora di conoscerlo e apprezzarlo.”
Katia Del Savio, M&D, marzo 2012

“….Luca Gemma è solista di rango, che ha inciso diversi apprezzati album. L’ultimo si intitola Supernaturale…..”
Diego Perugini, Metro, 6 febbraio 2012

“….parliamo di un cantautore dell’ambito underground, nonostante sia l’autore di brani interpretati da Fiorella Mannoia e Malika Ayane…….Luca Gemma presenta il nuovo disco, Supernaturale,….brani ancora più sanguigni e potenti rispetto alla precedente produzione e speriamo diano la giusta notorietà ad uno degli artisti più interessanti della scena italiana….”
Federico Borzelli, Corriere della Sera-Roma, 11 maggio 2012

“…..Gemma si produce così in undici pezzi di puro pop-rock italiano, orecchiabili e semplici nella loro struttura senza però essere scontati, svettando così in un genere che in Italia ha troppi autori con troppe poche cose da dire. L’artista riesce con abilità ed esperienza a non cadere nella trappola del qualunquismo o dell’ovvio, e già questa è una grande notizia…….”
Fab, La Voce di Mantova, 5 maggio 2012

” …..Quarta uscita per Luca Gemma, con un disco che più ispirato non poteva essere. Questo artista sembra avere il dono di mettere insieme un cantautorato italiano di buon livello con un impianto musicale e strumentale capace di fare invidia a molti gruppi rock di livello internazionale……basta ascoltare Canzone al buio, il brano migliore, per convincersi del grande valore di questo disco, che ha nei testi la propria punta di diamante e trova nella parte musicale un elemento di grande originalità, che lascia trasparire i segni di un rinnovamento di cui si sentiva davvero la mancanza.”
Eugenio Goria, lisolachenoncera.it, 21 febbraio 2012 (disco della settimana)

“….Gemma è un bravo musicista e un bravo cantante, ha un timbro vocale inconfondibile, una voce che sa essere acuta e profonda allo stesso tempo, asciutta ma anche morbida. ……Supernaturale è un disco….che lascia la voglia di riascoltarlo per cogliere tutte le sfumature che cambiano colore di passaggio in passaggio…….”
Daniela Calvi, rockol.it, 14 febbraio 2012

“……la bellissima Il cielo sopra di te, forse il momento più alto dell’intero disco, melodiosa e struggente grazie anche alla voce di Patrizia Laquidara…..con musicisti di primissimo livello come Andrea Viti, Nik Taccori, Pasquale Defina…Luca Gemma confeziona un album che conferma la maturità artistica acquisita da un cantautore di grande talento e personalità, senz’altro meritevole di maggiore successo.”
Federico Bernini, losthighways.it, 7 giugno 2012

“…..l’ex voce dei Rossomaltese, amareggiato per ciò che lo circonda, pubblica il quarto album denso di chiaroscuri e ambivalenze accattivanti e intriganti…..Coniugando romanticismo e denuncia sociale Gemma ha trovato un equilibrio che  pochi  colleghi della sua generazione hanno raggiunto. ”
Vittorio Lannutti, kathodik.it, 12 aprile 2012

“…..Supernaturale è un album pieno di spunti interessanti, di tematiche affrontate in modo profondo e reale. Detto ciò non è difficile percepire l’animo poetico di Luca Gemma.”
Antonio Giovanditti, vivalowcost.com, 27 gennaio 2012

“……in questo disco Luca riesce come non mai a fondere le sue due anime musicali: il cantautore di talento, raffinato, ed il blues-rocker caldo e ruvido. Un disco che vi consiglio caldamente per un artista che….ci regala un piccolo gioiello di pop-rock……”
DJ Moostash, radiorock.to, 28 gennaio 2012

“…….se si scorrono le tappe della sua carriera non si può non ammirare l’arte di questo cantante…..”
Leonardo Ciccarelli, rockshock.it, 30 gennaio 2012

“…..il disco è ricco di rimandi, da De Andrè ai Beatles passando per il primo Bennato. Nell’insieme sicuramente accattivante e ben mixato, con esperienza e una buona dose di melodie convincenti…..”
Andrea Pistorio, roarmagazine.it,28 gennaio 2012

“…..le undici composizioni si distendono, si librano, disperdendo emozioni e commozione. Una sorpresa, personalmente una grande sorpresa. Luca Gemma è autore sensibilissimo, di enorme classe, di straordinaria semplicità…..mai un attimo di pausa, di stanca, di stasi. Supernaturale è libertà, fluidità, pop, sussurri, speranze, bellezza e meraviglia. Luca Gemma è cantautore vero, uno dei pochi che val la pena seguire in questo stivale trendy ed esterofilo per difetto, e quando Venne l’estate è già tempo di asciugarsi le lacrime e ricominciare a sognare.”
Emanuele Tamagnini, nerdsattack.net, 21 febbraio 2012

“….brani rarefatti che mostrano allo stesso tempo una capacità di scrittura sopraffina….allenata nelle tante collaborazioni…..Luca Gemma produce tocchi splendidi e preziosi da riporre in uno scrigno, suonati con grande classe e arrangiati con un gusto da artigiano che oggi è sempre più difficile trovare.”
Pierpaolo De Lauro, magmazone.it, 21 febbraio 2012

“….il punto di forza di Gemma continuano ad essere le melodie: una dietro l’altra le tracce di Supernaturale sono oggetti di artigianato che lasciano godere di tanti dettagli…..”
Luca Barachetti, sentireascoltare.it, 21 febbraio 2012

“……Supernaturale…conferma le qualità del cantautore milanese, capace di scrivere canzoni intelligenti, ma soprattutto di creare un pop rock piacevole, raffinato, mai banale……un groove ci accompagna per tutto il disco: impossibile ascoltarlo e restare immobili…..Luca Gemma rivendica il suo spazio accanto agli altri protagonisti della nuova scena cantautorale, ma produce un sound anche più internazionale…che potrebbe anche introdurlo al mercato d’oltralpe.”
Nicola Cirillo, popon.it, 27 febbraio 2012

“…artista eclettico e compositore dal riconosciuto talento, Luca Gemma….pubblica… un disco in cui c’è la grande canzone d’autore e il rock, i Beatles e De Andrè, il funk e il pop, tutto amalgamato alla perfezione, dove testi acuti e intelligenti…si uniscono a suoni….accattivanti, originali. Un disco che ci fa ritrovare il piacere di emozionarci semplicemente ascoltandolo…..”
Giorgio Zito, storiadellamusica.it, 15 marzo 2012

“…..undici tracce davvero ben confezionate….sonorità d’ispirazione garage rock anglosassone accompagnano testi immediati ma molto ricercati…..risaltano le parole profonde di Il cielo sopra di te, cantate in coppia con Patrizia Laquidara….”
Silvia Trenta, letlovegrow.it, 14 marzo 2012

“….sulle qualità tecnico-artistiche di Luca credo si sia già scritto abbastanza e il nostro è oramai giunto a un punto di maturità artistica indiscussa. Le undici canzoni di Supernaturale  fanno parte di un unico puzzle: sconcertante realismo e bellezza…..bozzetti di una vita vissuta appieno, sempre con lo sguardo rivolto all’essenza e con la capacità di fare silenzio per ascoltare l’alba…….costruendo un’originalità senza troppi fronzoli…..Un quarto disco davvero ben fatto che riconferma a pieni voti le doti e la poesia di quest’artista troppo sottovalutato.”
Giuseppe Gioia, saltinaria.it, 19 marzo 2012

“….Luca Gemma fa centro con la sua quarta prova solista, Supernaturale, un disco nato di getto e che di getto deve essere ascoltato e amato (oppure odiato)….che non vuole mezze misure insomma, il che è una prerogativa dei dischi belli….impossibile rimanere indifferenti di fronte a tanta naturalezza e bellezza.”
Alessio Gallorini, musicarovinata.com, 29 marzo 2012

“….i toni elettroacustici, l’atmosfera sognante a metà tra il blues e le ballate folk, la voce sporca ma aggraziata vanno a costruire un disco….che dona l’elettrica speranza di un nuovo giorno.”
Marco Maresca, asapfanzine.blogspot.it, 2 aprile 2012

“…l’eleganza, la ricerca stilistica, la sorpresa compositiva ……..la ritmica black seventies, potente, nuda, che riporta agli Stones di quegli anni e ai Black Keys e sulla quale può giganteggiare la voce duttile del cantante e le perle dei suoi ospiti….”
Alberto Marchetti, La Brigata Lolli, bielle.org, 22 aprile 2012

“…i suoi testi sono eleganti e sciolti…con considerazioni personali che mettono a nudo l’anima e il pensiero di questo artista…..in un album proprio bello e completo….”
Patrizia Lazzari, shiverwebzine.com, 2 maggio 2012

” ….Luca Gemma sforna nel 2012 il suo quarto album con la maturità dei grandi chansonnier…..Un cantautorato che guarda a Modugno e lo unisce all’empatia melanconica di Nick Drake…..”
Stefano Torrese, xtm.it, 9 maggio 2012

“……parte Blu elettrico…strabiliandomi. ..Il resto della scaletta è un susseguirsi di poesia e stupore. Si tratta del quarto album in proprio dell’ex frontman dei Rossomaltese, prodotto da Paolo Iafelice e pieno di ospiti che rafforzano la sostanza di Supernaturale….un album emozionante e magico.”
JC, arsenale54.wordpress.com, 11 maggio 2012

“…l’ex Rossomaltese sfodera undici pezzi che vanno dritti all’ascoltatore, senza mezzi termini e senza perdere di vista il taglio autorale…..Gemma…ha un suo pulsante intimismo e una cultura musicale che gli consente di esplorare possibilità roots-rock e di scavare nelle memorie beatlesiane. Un buon disco di rock italiano…suonato senza tanti fronzoli per restituire ciò che era quando è nato. Sincero.”
Donato Zoppo, donatozoppo.it, 27 marzo 2012

“…alzando notevolmente il volume…il quarto lavoro solista di Luca Gemma esplode così in tutta la sua bellezza!…sarà un gran piacere farsi accompagnare da questo disco verso la bella stagione….”
jamescook.blogspot.it, 21 febbraio 2012

“…. Luca Gemma fa uscire il suo quarto album solista, continuando a dimostrare una freschezza di scrittura invidiabile sospesa tra pop, rock e folk……animo vagabondo, trasporta in musica il suo ricco bagaglio di esperienze di vita e musicali……”
enzocurelli.blogspot.it, 24 gennaio 2012

Share Our Posts

  • Delicious
  • Digg
  • Newsvine
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati

Comments

There are no comments on this entry.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry